Alla scuola Sant’Ambrogio con Unicef… fra baratto e pigotte!

Al via anche il progetto “Fare per gli altri… vale per me” alla scuola Sant’Ambrogio, che ha vissuto un primissimo momento di lancio col mercatino del baratto. Perché il baratto? «Perché alla base dello scambio c’è un principio di condivisione – spiega Angelo Scaravaggi – , di reciproco aiuto e di lotta allo spreco, e per presentare agli abitanti del quartiere, e non solo agli alunni, il progetto e le associazioni che operano nel volontariato».

Ma non solo baratto, perché gli studenti si sono cimentati anche nella realizzazione delle famose pigotte in cartone, servita per trasmettere il messaggio di aiuto ai deboli dell’Unicef. La costruzione degli alberi di Natale con le pigotte e il loro posizionamento in un luogo diverso dalla scuola e lo scambio di auguri ha dato il senso di “comunità” che si allarga.

Alla base di tutto  c’è sempre il principio fondante del progetto di scuola: ogni bambino partecipa attivamente nel progettare e nel fare qualcosa di utile per sé e per gli altri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...